"Coi colleghi di banda che istruiva lui sotto una tettoia il sabato sera alla stazione, arrivavano sulla festa leggeri e spediti; poi per due tre giorni non chiudevano la bocca né gli occhi - via il clarino il bicchiere, via il bicchiere la forchetta, poi di nuovo il clarino, la cornetta, la tromba, poi un'altra mangiata, poi un'altra bevuta  e l'assolo, poi la merenda, il cenone, la veglia fino al mattino. C'erano feste, processioni, nozze; c'erano gare con le bande rivali. La mattina del secondo, del terzo giorno scendevano dal palchetto stralunati, era un piacere cacciare la faccia in un secchio d'acqua e magari buttarsi sull'erba di quei prati tra i carri, i birocci e lo stallatico dei cavalli e dei buoi. - Chi pagava? - dicevo. I comuni, le famiglie, gli ambiziosi, tutti quanti. E a mangiare, diceva, erano sempre gli stessi.


Cesare Pavese

"La luna e i falò"

 

 

              MEMORY

euphonium solo Marcello Chiarle

live recording

"G.Holst" SECOND SUITE

euphonium solo Marcello Chiarle

in cooperazione con amazonit

Privacy Policy

COLLABORAZIONI

QUARTETTO BRACHETTO

 

TAURUS BRASS ENSEMBLE

 

ORCHESTRA DELL'UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE

 

ORCHESTRA SINFONICA DI ASTI

 

ORCHESTRA "B.BRUNI" CITTA DI CUNEO

 

ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO "A.VIVALDI" ALESSANDRIA

 

ORCHESTRA CLASSICA DI ALESSANDRIA

 

ORCHESTRA POLIFONICA DI SERRAVALLE SCRIVIA

 

BLUES BROTHERS TRIBUTE BAND

Iscriviti al mio canale YouTube